I bandi pubblicati nella presente pagina (i quali sono meno della metà di quelli presenti in ambito europeo e nazionale) non sono da considerare esaustivi o sufficienti al fine di adottare decisioni, né possono altresì essere sostitutivi della consulenza professionale



JUST TRANSITION MECHANISM (JTM)

Nuovo bando dell'Unione Europea per progetti autonomi che affrontano sfide sociali, economiche e ambientali per la transizione verso obiettivi climatici ed energetici entro il 2030 nei territori dell'UE identificati nei Piani Territoriali per una Transizione Giusta.


Beneficiari

Enti pubblici o privati dotati di personalità giuridica, le organizzazioni internazionali sia in forma individuale che in partenariato.


Attività finanziabili

  • investimenti nelle energie rinnovabili e nella mobilità verde e sostenibile;
  • reti di teleriscaldamento efficienti;
  • ricerca pubblica;
  • digitalizzazione;
  • infrastrutture ambientali per la gestione intelligente dei rifiuti e dell'acqua;
  • energia sostenibile, efficienza energetica e misure di integrazione;
  • rinnovamento e rigenerazione urbana;
  • la transizione verso un'economia circolare;
  • il ripristino e la decontaminazione dei terreni e degli ecosistemi;
  • la biodiversità;
  • l'aggiornamento, la riqualificazione professionale e la formazione;
  • infrastrutture sociali, tra cui strutture di assistenza e alloggi sociali.

Agevolazione

  • sovvenzione fornita dal CINEA (coperta dalla call);
  • prestito fornito dalla Banca europea per gli investimenti (BEI) o da uno dei suoi intermediari finanziari, da richiedere separatamente e, se concesso, gestito come azione collegata alla sovvenzione.

I prestiti richiesti alla BEI devono essere di almeno 12.500.000 Euro, a copertura massima del 50% dei costi totali del progetto. I prestiti richiesti attraverso gli intermediari finanziari della BEI devono essere di almeno 3.000.000 Euro.

Domande

Fino al 19/10/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)


WOMEN TechEU 2022

Nuovo bando dell'Unione Europea in linea con il programma Horizon Europe. Si rivolge ad imprenditrici femminili impegnate in attività deep-tech (aziende e startup che usano tecnologie ad alto impatto fondate su scoperte scientifiche o innovazioni ingegneristiche).


Beneficiari

Donne fondatrici di start-up deep tech registrate in uno Stato UE o comunque in un paese che sia associato al programma Horizon Europe. L'imprenditrice deve ricoprire una posizione di vertice nell'azienda interessata (CEO,CTO). In caso di più co-fondatrici è possibile presentare una domanda congiunta.


Attività finanziabili

Il sostegno deve essere richiesto per tutte le attività necessarie alla crescita dell’azienda ritenute appropriate per lo sviluppo e la sostenibilità, ad esempio:

  1. aggiornamento del modello di business;

  2. aggiornamento e il consolidamento del business plan e della strategia di crescita;

  3. convalida del modello di business;

  4. aggiornamento del piano finanziario;

  5. certificazioni, strategia di proprietà intellettuale e libertà di operare;

  6. piano commerciale;

  7. analisi di mercato;

  8. convalida dei clienti e la valutazione tecnica/clinica;

  9. ricerca di partner e investitori.


Agevolazione

Contributo a fondo perduto di 75.000 €;

Mentoring e coaching nell'ambito del Women Leadership Programme;

Partecipazione ad attività dedicate.


Domande

Fino al 04/10/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)


BIODIVERSA +, ECOSISTEMI, NATURE-BASED SOLUTION

Bando finanziato per la ricerca sulla diversità, la tutela degli ecosistemi e l’adozione di nature-based solutions.

Beneficiari

Consorzi composti da organismi di ricerca e/o organizzazioni private (profit e non profit), provenienti da un minimo di 3 Paesi, tra i quali almeno due Stati membri UE o Paesi associati a Horizon Europe.

Attività finanziabili

Proposte progettuali riguardanti uno o più dei tre seguenti temi (non esclusivi):

  • Innovation and harmonisation of methods and tools for collection and management of biodiversity monitoring data;
  • Addressing knowledge gaps on biodiversity status, dynamics, and trends to reverse biodiversity loss;
  • Making use of available biodiversity monitoring data.


Agevolazione

Contributo a fondo perduto fino a 250.000 € per ogni singolo progetto.


Domande

Dall'08/09/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

FONDO EUROPEO PER L'INNOVAZIONE - BANDO N°2 PER PROGETTI DI PICCOLA SCALA

Bando volto a promuovere le tecnologie innovative a basse emissioni di carbonio, supportando i progetti per la diffusione commerciale delle tecnologie innovative a basse emissioni di carbonio. L'obiettivo è quello di portare sul mercato le soluzioni industriali per decarbonizzare l’Europa e sostenere la sua transizione verso la neutralità climatica.


Beneficiari

Soggetti in possesso di personalità giuridica classificabili come enti privati, enti pubblici o organizzazioni internazionali.


Attività finanziabili

Sono finanziabili solo progetti con una spesa in conto capitale compresa fra 2.500.000 € e 7.500.000 €, in particolare:

  1.  Attività a sostegno dell’innovazione nelle tecnologie e nei processi a basse emissioni di carbonio nei settori elencati nell’allegato I della direttiva ETS (Direttiva 2003/87) dell’UE (compresa la cattura e l’utilizzazione del carbonio ecocompatibili) che contribuiscono a mitigare i cambiamenti climatici in modo significativo; attività a sostegno di prodotti che sostituiscono quelli ad alta intensità di carbonio emesso nei settori elencati nell’allegato I della stessa direttiva;
  2.  Attività che aiutano a stimolare la costruzione e il funzionamento di progetti che mirano alla cattura e allo stoccaggio geologico ecologici di CO2 (CCS);
  3.  Attività che contribuiscono a stimolare la costruzione e il funzionamento di tecnologie innovative riguardanti le energie rinnovabili e lo stoccaggio di energia.

Agevolazione

Contributo fino al 60% dei costi supplementari sostenuti dal promotore del progetto.


Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

AIUTI DI STATO PER SOSTENERE L’ECONOMIA NEL CONTESTO DELL’INVASIONE UCRAINA DA PARTE DELLA RUSSIA

Bando straordinario indetto dalla Commissione Europea che consentirà agli Stati membri di concedere aiuti economici alle imprese colpite dall'attuale crisi o dalle sanzioni e contro-sanzioni. Garantirà altresì che le imprese dispongano di liquidità sufficiente per compensare i costi aggiuntivi sostenuti a causa dei prezzi elevati del gas e dell'energia elettrica.


Beneficiari

Imprese in difficoltà in relazione alla portata dell’attività economica contro l'esposizione agli effetti economici della crisi. Prime fra tutte le imprese a "forte consumo di energia" secondo la direttiva sulla tassazione dell'energia (Dir. 2003/96/CE, 27/10/2003. art.17, par. 1, lett. a).


Agevolazione

Il Bando prevederà 3 tipi di aiuto:

a) Aiuti di importo limitato: gli Stati membri possono concedere fino a 35.000 € per le imprese       colpite dalla crisi che operano nel settore agricolo, della pesca e dell'acquacoltura e fino a 400.000 € per le imprese colpite dalla crisi che operano negli altri settori.

b) Sostegno alla liquidità sotto forma di garanzie statali e prestiti agevolati: gli Stati membri possono fornire garanzie statali per permettere alle banche di continuare a erogare prestiti pubblici e privati a tassi di interesse agevolati.

c) Aiuti destinati a compensare i prezzi elevati dell'energia: Gli Stati membri possono compensare parzialmente le imprese, in particolare quelle a forte consumo di energia, per i costi aggiuntivi dovuti ad aumenti eccezionali dei prezzi del gas e dell'elettricità. L'aiuto complessivo per beneficiario non può superare il 30 % dei costi ammissibili, fino a un massimo di 2.000.000 €. Qualora l'impresa subisse perdite di esercizio, potrebbero essere necessari ulteriori aiuti per garantire il proseguimento di un'attività economica. A tal fine, i massimali sarebbero fissati a 25.000.000 € per gli utenti a forte consumo di energia e fino a 50.000.000 € per le imprese attive in settori specifici.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)